L’amore è condividere e non rinunciare

Non sono mai stata una persona dall’addio semplice, mi sono sempre riguardata dal pronunciare certe parole. Ho sempre messo sulla bilancia ciò che mi faceva bene e ciò che invece poteva ferirmi. Quasi sempre ho lasciato che le cose belle prendessero il sopravvento senza pensare che la vita non è fatta solo di alti e di sorrisi. Così, mettevo in un cassetto tutte quelle cose che il cuore non voleva vedere e che gli occhi rimuovevano velocemente, le lasciavo lì, tra le cose perse, tra le cose che avrei voluto dimenticare. Lasciavo le delusioni, le lacrime, i momenti che in realtà ti facevano male al cuore, prendevo solo ciò che di bello riuscivo a vivere e se in una giornata il 90% delle cose erano negative, beh sapevo prendere il positivo e sapevo dargli fin troppo valore. Ricordavo tutto ciò che mi faceva sorridere, sapevo a memoria le frasi che mi venivano dette ma non perché fantastiche, ma perché alla resa dei conti erano sempre le stesse, talmente poche che conoscevo bene anche le pause e l’intonazione. Ho sempre permesso agli altri di avere la meglio su di me fino a quando ho detto basta, basta perché le mie spalle non riuscivano più a sostenere il peso dei sogni che volutamente avevo accantonato. Si mettono da parte molte cose pur di non perdere definitivamente qualcuno, si finisce quasi sempre per mettere da parte se stessi pur di tenere accanto chi in realtà non ci merita. Così, con il passare del tempo capisci chi vuoi tenerti accanto, capisci chi merita davvero il tuo amore e allora, in quel momento, saprai bene cosa fare, e soprattutto saprai lottare  con tutta te stessa e non metterai più da parte i tuoi sogni ma troverai il mondo di realizzarli e di condividerli, perché l’amore è condividere e non rinunciare, perché l’amore è venirsi incontro nonostante tutto. E io queste cose le ho capite tardi.

 

Annunci

fragilità

Di notte mi abbandono alle mie fragilità. Lascio che le mie spalle buttino via tutti i pensieri e tutti i muri possibili, mi abbandono alle mie debolezze e faccio a pugni con il mio cuore. Capita spesso, più di quanto realmente vorrei. A volte mi fermo durante il giorno e mi chiedo per quale strano motivo tutto sia più nostalgico quando arriva un certo orario ma questo pensiero dura poco perchè il telefono squilla, qualcuno ti chiama o ti saluta da lontano e tutto magicamente prende a scorrere il più veloce possibile, ma la sera arriva, arriva per tutti e per quanto tu voglia correre lontano dai pensieri, ecco che loro arrivano puntuali come un orologio svizzero. Non bussano neanche ma sono pronti ad entrare all’attacco quando sei già un po’ a terra per metterti sulle spalle anche questo peso. Così ti rendi conto che non puoi farci nulla, non puoi rimandare, non puoi neanche essere forte perchè è tardi e sei già stata forte per tutto il giorno. Ti abbandoni alle tue debolezze, i pensieri diventano macigni e il cuore un uragano. Di notte abbassi i tuoi muri e accanto vorresti qualcuno che ti abbracciasse senza fare domande.

.

.

large (2).jpg

Ti prego, non dimenticare.

Mi chiedo spesso che fine facciano tutte le parole che le persone usano per spiegarti quello che provano. A volte sai, uno ci crede, uno sorride davanti a certe affermazioni ma quando poi vedi che anche l’amore più forte cede il posto all’assenza, allora capisci che certe parole non sono così importanti, capisci che non ti devi sempre fidare, che l’amore è una cosa meravigliosa ma le persone, si, proprio le persone sono in grado di rovinare tutto. Ho sempre dato un peso enorme a ciò che qualcuno dice e spesso ho tenuto conto più delle parole che dei fatti. Ad oggi sento che l’amore non è più qui, sento che l’amore a volte prende strade differenti e non ho mai creduto nel destino, non ho mai creduto nel vissero felici e contenti.. ho sempre pensato che ogni cosa sia frutto del sudore, della fatica, del coraggio e del tempo. Ho creduto che l’amore potesse restare, nonostante tutto, ma in realtà mi sbagliavo perchè in fondo a lottare sono stata l’unica e in amore da soli non si va da nessuna parte.

Ancora una volta

con amore,

ti dedico questo.

 

.

.

large (3).jpg

Mio caro amore

Attorno al mio cuore, da quando non ci sei, si nasconde un sottile velo di tristezza ma non mi do per vinta, non permetto più al tuo ricordo di farmi male. Resisto, per me, anche se a volte diventa più difficile, mi riprometto di farcela, di non cadere nei soliti discorsi, nelle solite parole e nei soliti pensieri. Anche se mi manchi, anche se la tua mancanza mi fa piangere tutte le notti, non importa, perchè in fondo so di non meritare questo, perchè in fondo so che questo non è quello che fa bene al mio cuore. Starti accanto, lottare per te è stato così devastante, mi sono sentita svuotata al punto di non riconoscermi più. Mi ero ripromessa che in queste cose non ci sarei mai più caduta e invece oggi combatto contro il mio cuore e credimi se ti dico che ogni giorno mi sembra di perdere, mi sembra di non farcela ma poi arrivo a sera, chiudo gli occhi, provo a rivivere tutta la giornata e dico “hai visto? Nonostante tutto ci sei riuscita”. Si, nonostante tutto, nonostante questa continua lotta contro me stessa, riesco ad arrivare a sera senza essere caduta in te che in realtà non ci sei da troppo tempo.

Mi dicono spesso che al cuor non si comanda ma a volte andarsene diventa necessario. A volte mettere un punto è l’unica soluzione giusta. Non avrei mai voluto con te, ma non mi hai lasciato scelta, non avrei mai potuto scegliere di starti accanto in quel modo. Il mio cuore, il mio stupido cuore ti ama ancora ma giorno dopo giorno il dolore si affievolisce e tu ti allontani da me così come io mi allontano da te. Forse non è mai stato il nostro tempo, forse non c’è spazio per noi in questa vita ma ti chiedo di ricordare, di ricordarci perchè mai avrei immaginato un amore così grande per due persone così fragili. Ti auguro un cuore nuovo, un sorriso forte e la consapevolezza che ciò che si perde lo si perde per nostra volontà.

Mio caro amore,
ti ricorderò 
ad ogni sole,
ad ogni tramonto,
ad ogni “m’ama non m’ama”,
ad ogni fiore colto,
ad ogni sorriso dolce,
e in ogni giorno
per il resto della mia vita.

 

.

.

large.jpg

Vorrei tornare a quando l’amore sapeva di casa, e quando casa eri tu.

Alcune sere è più difficile di altre. Ci sono dettagli che tornano, semplici parole, a volte basta uno sguardo, altre basta perdersi in qualcosa che ti sembra così familiare. Guardo gli altri, guardo l’amore altrui e spesso distolgo lo sguardo, mi sposto con gli occhi, cerco qualcosa che non mi faccia pensare a te, a te che non ci sei. Ci sono giorni in cui fa più male, la mancanza ti entra dentro, scava dentro di te con la forza di un uragano e oggi è uno di quei giorni. Vorrei tornare a quando l’amore sapeva di casa, e quando casa eri tu. Certe volte metto da parte l’orgoglio, altre volte mi aspetto che sia tu a farlo, mi aspetto sempre che tu possa tornare da un momento all’altro, come quando ti piazzi davanti alla porta e finalmente la vedi spalancarsi. Io non so cosa sto facendo ma continuo a sperare, continuo a chiudere gli occhi immaginando un momento felice.

.

.

.

large

Ad un passo dal cuore

Ma se proprio vuoi
ti aspetto,
me ne sto qui
lontano dai tuoi passi
ma sempre accanto al tuo cuore.
Aspetto che sistemi i pensieri,
che li metti a posto
non dico che tu debba metterli in ordine,
mi basta sapere che ci provi
perchè se vuoi,
se me lo permetti,
possiamo sistemarli insieme,
puoi scegliere l’ordine che vuoi.
 
Io ti aspetto,
ad un passo dal cuore
dove l’amore non muore,
aspetto i tempi lunghissimi,
che tanto non ci corre dietro nessuno,
resto qui,
in attesa che torni
e se non torni
ti vengo a cercare,
e ti porto dove i sorrisi
diventano quotidianità,
dove l’amore non smette di lottare,
dove i problemi e i dolori
si dividono per due.
 
Ti aspetto
per portarti a guardare i tramonti
quelli dove non importa il colore del cielo
perchè sono belli uguale,
anche se piove
che tanto ci sei
e da quando ci sei
ho mille cose da fare,
mille progetti da portare avanti.
 
Che da quando ci sei
l’amore pianta solide radici
che niente e nessuno
potrà sradicare.
.
.
.
Senza titolo-1.jpg